messaggio positivo

Scegli una carta (dall’11 al 17 giugno)

Ben ritrovata per questo appuntamento settimanale con scegli una carta. Sei pronta a ricevere il tuo messaggio positivo della settimana?
Hai presente quando prepari la valigia e come prima cosa metti tutto ciò che ti serve per il lavoro poi ti accorgi di non aver portato qualcosa? E’ sabato mattina, ho aperto il trolley e i tre mazzi di carte che avevo scelto per la lettura non ci sono quindi non posso preparare il sondaggio su Instagram. Ok, dico ciao al sondaggio e recupero due mazzi di carte per non far saltare il nostro consueto appuntamento. Però leggi tutto il post così ti rendi conto di quando sono fusa.

Ehi, poi ricordati di condividerlo con le amiche che hanno bisogno di un pensiero positivo e, viste le carte di questa settimana, con quelle che hanno bisogno di un calcio nel sedere per uscire dalla comfort zone.

I mazzi della settimana

Come dicevo nell’intro per cause di forza maggiore ho usato due mazzi di tarocchi, presi in prestito a mia madre. 😉 (Vedi la fine del post)
Il primo è I tarocchi dell’immaginario mentre il secondo mazzo sono gli Universal Tarots

Le carte della settimana

La luna (prima carta a sinistra – Universal tarots)
Se hai scelto questa carta l’invito è di connetterti alla ciclicità, al femminile e alle cose nascoste. Non fermarti a ciò che è manifesto e vai oltre l’apparenza.
Stai vivendo sospetti, dubbi o incertezze rispetto a una relazione o a un progetto? Approfitta dei prossimi giorni per fare chiarezza dentro di te e vedrai che sarà più facile fare le scelte giuste.

Se non sai come procedere perché sei bloccata e hai perso la bussola posso aiutarti con Le 4 vie.

Il bagatto (seconda carta a sinistra – Tarocchi dell’immaginario)
Se hai scelto questa carta sei all’inizio di un percorso. Il bagatto rappresenta l’inizio del viaggio dell’anima, la nascita, i nuovi progetti che vengono alla luce. In questa fase puoi goderti la scoperta, pianificare, scoprire e uscire dalla zona comfort per affrontare nuove avventure.

Visita questa pagina per fare il test di Koru per scoprire quale dono extrasensoriale può aiutarti in questa fase.

scegli una carta

L’eremita (prima carta a destra).
Rallenta. Osserva bene. Prenditi il tempo per cercare ciò di cui hai davvero bisogno. Se hai scelto la carta dell’eremita non avere fretta. Sii attenta a ciò che stai facendo, sii consapevole di ogni passo e lascia che la lanterna illumini il tuo passaggio e il bastone della saggezza ti sia di sostegno. In cosa sta cercando di accelerare i tempi? In cosa ti senti ferma o bloccata?

Se hai la sensazione di essere nel pantano e di aver perso la bussola non esitare a prenotare Le 4 vie per fare chiarezza e indagare ciò che sfugge alla vista.

La torre (seconda carta da destra).
Se hai scelto questa carta attenzione a non cadere… dalla torre. 😉 Probabilmente in questa fase stai vivendo profondi cambiamenti che possono essere pianificati oppure imprevisti. Qualsiasi cosa tu stia affrontando ricordati che il cambiamento viene per insegnarti qualcosa e non per farti soffrire o sperimentare il dolore fine a se stesso.

Spesso la torre può rappresentare un cambiamento anche radicale che può portare a una crisi profonda. Se hai bisogno di aiuto per ritrovarti e non perderti nella miriade di pensieri negativi e paure che stai vivendo prenota la consulenza giusta per te.

 


Se mi hai seguito sui social sai che la scorsa settimana ho avverato un sogno e abbiamo acquistato la nostra casa a Lovere, sul lago d’Iseo dove sono nata e cresciuta. Quando ho fatto le valigie ero un pelino agitata: avevo messo le carte in una fantastica pochette ma me n’ero scordata quindi li cercavo nel trolley dove sono di solito e non nella borsa delle scarpe in cui erano finite. Sulle stories di IG trovi le foto. 😉

Anche questo appuntamento di scegli una carta termina qui e spero ti abbia aiutato a fare chiarezza per i giorni che ti aspettano.

La carta che hai scelto è in linea con ciò che stai vivendo? Dimmelo in un commento. 😉

Benedizioni

Comments

  1. Rosalba

    La casa. Ripeto che sono felicissima per te ma, ora ti racconto una cosa. Visualizzo una, eventualmente mia, dove? Nel posto in cui è cresciuta mia mamma. Non ci sono laghi, sono anni luce indietro rispetto a dove abito, hanno ancora le case con il tetto tondo come quelle arabe, non ci sta ASSOLUTAMENTE nulla che mi attira o ispiri. Non riesco a spiegarmi il perchè. Nel 1983 e 1985 sono stata nei posti dove vivevi tu e me ne sono innamorata. Ok, la Costiera, il Vesuvio ma Sirmione, lago di Garda e quello d Iseo sono stati una piacevole scoperta, alla fine per una decisione sbagliata, forse avrei potuto vivere in quei posti. Spero che la lanterna dell Eremita possa fare chiarezza, e concludere questo ciclo.

    1. Ciao Rosalba, il punto secondo me è riconoscere se vuoi/puoi spostarti oppure se cerchi una seconda casa. E’ una scelta familiare, non facile dato che hai i figli grandi ma non adulti. Parlatene in famiglia e unite i cervelli e le emozioni. La chiarezza arriverà dalla condivisione. 😉

Add A Comment