Avere l'ambiente giusto

Hai l’ambiente giusto per sostenere la tua crescita?

Quando si ha un obiettivo o un progetto spesso ci focalizziamo sulle risorse che ci mancano e a volte temiamo di non essere abbastanza brave, belle o competenti per poter fare qualcosa. Coltivando le orchidee ho capito l'importanza dell'ambiente per farle crescere rigogliose e regalare splendide fioriture oppure farle morire lentamente. Ecco un nuovo post per la neonata rubrica #ilvasodellaDea.

In questi anni mi sono accorta che spesso l'universo ci mette a disposizione esattamente quello che serve al nostro percorso e non sempre riusciamo a vedere quali strumenti abbiamo a disposizione. Volendo dividere in due macrogruppi puoi sperimentare queste situazioni e per spiegartelo voglio usare l'esempio di chi ha la passione della pittura.

Sei nell'ambiente giusto per te

La passione per l'arte si manifesta fin da piccola, ci sono estro, creatività, voglia di dipingere, sperimentare anche altri materiali e si frequentano corsi e scuole d'arte, mostre, eventi dove l'aspetto artistico è predominante. La famiglia di origine sostiene e favorisce questo tipo di percorso e diventa parte integrante delle variabili che entrano in gioco a sostegno di questo interesse per l'arte.
Frequentando un certo ambiente è probabile, ma non è sicuro, che ci si innamori di chi ha la stessa passione, magari un artista o un critico o un giornalista esperto del settore. Si acquisiscono nuovi strumenti e si coltivano rapporti che sono intrisi di arte e di bellezza. Situazioni simili sono rare, ma ci sono. L'ambiente sembra plasmato per accogliere e stimolare un certo tipo di predisposizione e interesse dove tutto è fluido, armonioso e, almeno in apparenza, agevolato.
Non sto parlando solo di avere il terriccio giusto per quel tipo di orchidea, ma di tutte le altre condizioni che vanno dalla temperatura, all'umidità, la luce, l'acqua, ecc.

Se sei in un ambiente ostile

L'arte non è ben vista in famiglia perché non viene considerata un vero lavoro, non fa guadagnare e i gli artisti sono tutti un po' folli. I parenti ti avvisano del concorso pubblico o dell'annuncio che hanno letto al centro commerciale e  sarebbe perfetto se tu avessi un lavoro, ma non comprendono che le tue creazioni hanno la stessa dignità, professionalità e importanza di un qualsiasi altro posto. Ti considerano come la perditempo che non è ancora diventata grande e fanno di tutto per portarti sulla retta via ossia quella che immaginano tu debba percorrere.

Se metto un'orchidea in un ambiente non proprio adatto  dovrà annaspare e sopravvivere. Sarà davvero difficile che riesca a fiorire perché lo sforzo per affrontare l'ambiente che la contrasta le toglierà buona parte delle energie che dovrebbe usare per prosperare e fare fiori magnifici.

Come migliorare l'ambiente in cui vivi?

Voglio darti alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a creare un ambiente più fertile in cui coltivare il tuo hobby o far crescere il tuo progetto.

  1. Chiarezza. Spiega alle persone che ti stanno attorno quanto sia importante per te il tuo obiettivo, che sia l'arte, il tuo lavoro, imparare una nuova lingua o andare a camminare. Aiutali a capire quale valore ha per te la tua scelta senza aspettarti che la comprendano. Forse anche tu non riesci a spiegarti perché la tua prozia abbia iniziato a fare collezione di vasi da notte e non ti è chiaro perché tua cugina di dodicesimo grado sia in fissa con i dolci e il cake design, ma essere chiara con gli altri ti aiuterà a capire meglio le tue motivazioni e i tuoi obiettivi.
  2. Sistema il tuo vaso. Se voglio coltivare una cattleya dovrò fornirle molta luce. Se voglio adottare una masdevallia dovrò garantirle del freddo notturno. Pensa a cosa ti fa stare bene del tuo lavoro o del tuo hobby e trova il tempo e il posto dove poterti dedicare a quell'attività. Non mi riferisco solo allo spazio fisico quando all'aspetto mentale di apertura verso il tuo desiderio. Ti farà stare bene e, anche chi non capisce la tua passione, vedrà gli effetti del tuo impegno e non potrà che apprezzare.
  3. Costanza. Per avere orchidee sane le innaffiature devono essere regolari e costanti. Bagnarle una volta al mese e aspettarsi che abbiano foglie piene e facciano fiori non è realistico. La stessa cosa dovrebbe accadere per il tuo progetto. Se ti rendi conto che non trovi il tempo per dedicarti ai tuoi sogni e fai un quadro all'anno o hai costantemente imprevisti, forse la tua strada non è quella che stai seguendo. Forse l'universo ti sta dicendo che sei su un percorso che non ti appartiene o, al contrario, stai attivando delle resistenze proprio perché sei sul percorso giusto ma hai una paura fottuta di raggiungere l'obiettivo. In quale delle due ti riconosci?

Avere un ambiente ideale aiuta a non incontrare ostacoli esterni ma ciò non toglie che tu possa avere difficoltà di altro tipo come le resistenze. Le orchidee necessitano di condizioni ottimali per fiorire e noi siamo un po' come loro, resistenti e allo stesso tempo delicate, ci adattiamo in ambienti non nostri, ma questo ci impedisce di dare il meglio.
Prova a pensare a quale ambiente hai attorno, quali strumenti e aiuti hai a disposizione, servono al tuo percorso e li stai sfruttando bene?

Un'ultima cosa. Le orchidee necessitano di un terriccio acido per poter crescere rigogliose quindi un minimo di acidità dell'ambiente in cui sei cresciuta ti sarà di supporto perché rafforzerà il tuo impegno e, senza soffocarti, ti aiuterà a dare il meglio di te.

Comments

  1. Serena

    ma…il post non è stato caricato tutto o sono io che non riesco a leggerlo interamente?? Ciau 🙂 Serena

  2. Rosalba

    Rosse e arancioni, delle belle roselline stanno in cucina con me. Le ho potate e stanno crescendo le foglioline nuove. Ogni tanto Nyo cerca di assaggiarle ma sono ancora intatte. Non mi piacciono le orchidee e ho scelto loro, le adoro, le coccolo ecc. Mi fermo qui se no mi riprendo la patente di matta. Le volevo e ora sono con me.

Add A Comment