Come faccio a riconoscere un segno?

Quando ero all'inizio del mio percorso non capivo mai quando un segno era tale e quando non lo era. Quando ero confusa e non riuscivo a decidere guardavo fuori perché non riuscivo a sentire la mia voce interiore. Con il tempo ho imparato a sentire meglio ciò che ha valore e cosa no.

Di seguito voglio raccontarti le variabili che osservo per valutare se sia una coincidenza o una sincronicità significativa. Con questo termine mi riferisco ai segni che possono guidarci sul percorso agevolando la nostra evoluzione.

Sensazione interiore

Quando si entra nell'ambito dell'extrasensoriale tutto diventa estremamente intimo e soggettivo e la sensazione interiore è uno dei parametri fondamentali di cui tenere conto.  Per me è sentire un "Sono certa che andrà così, ne sono sicura" a tal punto che i dubbi non mi toccano e mi scivolano addosso perché c'è la sensazione profonda così reale da sembrare oggettiva, come se stessi parlando del tempo del giorno precedente e non di una previsione. Non bisogna fare l'errore di pensare che sia un sapere di testa, relativa al piano mentale. Tutt'altro. Non è neppure un sentire di pancia perché la pancia sente anche emozioni come la paura o la rabbia. La sensazione di fiducia di cui parlo permea tutto il corpo, ogni singola cellula vibra su quella frequenza.

Imprevisto e imprevedibile

Un'altra caratteristica che contraddistingue un segno è l'essere imprevisto e imprevedibile. Se trovo un quadrifoglio in un campo di quadrifogli non è un gran tesoro, ma se lo trovo in un campo di trifogli è un'altra cosa. In questo articolo ti ho raccontato della volta che ho trovato un oggetto in spiaggia e l'ho preso come una risposta a una domanda precisa. Se trovi una conchiglia sui monti è abbastanza inusuale, ma non lo è se stai facendo il cammino di Santiago. Capito cosa intendo, vero?
Molti anni fa avevo un appuntamento con una persona che aveva un centro olistico a Roma. Quando la incontrai sulla navetta dell'aereo a Bergamo mi sembrò un buon segno. Voglio dire, non potevo credere che fosse solo una coincidenza trovarsela alle spalle. Stava parlando al telefono e la riconobbi dalla voce. Poi andai a fare il colloquio per fare i corsi nello studio e la proposta era assurda, ma questa è un'altra storia che ci porta a un altro punto.

Valore attribuito

I segni hanno il valore che noi gli attribuiamo. Per me sul momento fu un incontro assolutamente non casuale e positivo rispetto all'esito che avrebbe avuto il colloquio. Per giorni rimasi in attesa con una sensazione meravigliosa. Ignoravo però che attiriamo ciò che è sulla nostra lunghezza d'onda. Se sto lavorando a un progetto a cui tengo molto e che riempie buona parte del mio tempo non mi devo stupire di incontrare ovunque il simbolo che ho scelto per il logo. A me sta accadendo con il metodo ROADS. 😉 Un po' come quando si desidera un figlio e si vedono pancione ovunque e si pensa che quello sarà il mese giusto, finché non si fa il test.

 

Una ventina di anni fa avevo una vita piena di segni e vedevo i numeri maestri (11, 22, 33 ecc.) ovunque. Ti sarai accorta che più li noti più ti compaiono davanti agli occhi e questa moda sta dilagando da anni con siti di ogni tipo. A volte forse dobbiamo fare un'esperienza e non sempre avrà esito positivo come ci ostiniamo a pensare. L'esperienza in sé è il valore aggiunto perché ci insegnerà qualcosa su di noi. Es. incontri un ragazzo in un posto poi lo rivedi il giorno dopo proprio mentre stai raccontando alla tua amica del bel tipo che hai visto. Ehi, non è detto che sia lui l'uomo della tua vita! . Se però incontri la stessa persona per diverse volte in posti insoliti, beh, forse è il caso di lasciargli un biglietto da visita. Se tu lo leggi come l'incontro con l'anima gemella, probabilmente farai di tutto per trasformare una casualità in una storia d'amore però se si rivela un farabutto non prendertela con i segni. Magari era un solo un tramite che doveva portarti a un'altra persona e tutto il resto è stato di contorno.
Non credo al caso, ma ho imparato che non tutto è un segno con il valore extrasensoriale che spesso si attribuisce. Qual è stata l'ultima volta che hai scambiato un segno per una coincidenza che si è rivelata altro?

Comments

  1. Cinzia

    Un post appropriato al momento che sto vivendo
    Una coincidenza?
    Qualche giorno fa ho preso una decisione importante nella mia vita, a qualcuno sembrerà coraggiosa ad altro incosciente “dati i tempi in cui viviamo”
    Ma io mi sento bene
    Sento tutto il mio corpo che letteralmente vibra alla riuscita del mio progetto, che cospira a affinché la mia vita abbia una svolta.
    Non mi sono mai sentita così realmente positiva.
    E la cosa più importante è che non ho paura,
    Anzi ho voglia di rimettermi in gioco

Add A Comment