La legge di attrazione? Una baggianata

Tempo fa ho ricevuto una e-mail in cui K. mi raccontava di aver incontrato una persona accanita sostenitrice del fatto che la legge di attrazione, in verità, sia una gran baggianata. Se ti è capitato di avere dialoghi di questo tipo sono sicura che questo articolo ti sarà utile.

Dal '96 a oggi mi è successo periodicamente, e per vari argomenti, di avere confronti simili con chi sostiene di conoscere la verità. Ti faccio alcuni esempi.

  • I fiori di Bach perché non hanno un principio attivo quindi sono acqua così come l'omeopatia è solo zucchero
  • La meditazione non serve a nulla perché "Se sto ferma divento nervosa"
  • L'EFT perché "Non crederai davvero che basti picchiettare i punti per far passare i dolori. Io ho provato per la sciatica e mi fa ancora male"
  • Il channelling "Sì, va beh, perché secondo te esistono gli spiriti guida e gli angeli?"
  • La legge di attrazione che, esempio più classico, "Se fosse reale non ci sarebbero più le guerre e i bambini non morirebbero".

Parto dall'ultimo punto perché voglio parlarti di legge di attrazione. Nessuna madre vuole la morte di un figlio (proprio o altrui) ma capita che la paura diventi costante. Una cosa che ripeto allo sfinimento è che la legge di attrazione non attira a noi solo ciò che vogliamo, ma è il pensiero dominante a prendere forma. Significa che può essere relativo a una cosa bella come un concepimento o un nuovo lavoro, ma anche a una malattia o a un incidente. Se temiamo qualcosa diventiamo calamita per quella stessa cosa e, l'ho scritto qui, la legge di attrazione NON è escludente. Se dici "Non voglio che si ammali" la tua energia è focalizzata sulla malattia, non sul benessere. Capisci la differenza?
Se la tua mente è una calamita non è questione di credere che la legge di attrazione esista o meno, ma di usare consapevolmente questo principio per il tuo benessere. La chiamano legge perché è uno dei sette principi su cui si fonda l'Universo, non perché sia figo chiamarla così. E ci sono fior di esperti e scienziati che si impegnano a cercare di capire come la fisica quantistica contribuisca al funzionamento di questa legge.

Vuoi sapere cosa rispondo quando incontro persone che affermano queste cose? Hai ragione, stavo sviando il discorso. Beh, dipende. Quanto sento che c'è apertura all'ascolto rispondo a domande, ipotesi, contestazioni ecc. ma se vedo che la conversazione va sul processo inquisitorio e rischio di finire in qualche girone dantesco come peccatrice seriale per la mia filosofia di vita (e sì, pure per la mia gola) lascio perdere.
Non ha senso investire energie in ciò che serve solo a svuotarci. Non lo dico con spocchia, eh. Lo sostengo perché è una giostra che gira e ci sono passata direttamente per alcune cose, tipo l'EFT che, come ho già detto, ho snobbato per anni e so che tutto avviene quando i tempi sono maturi e ogni percorso prevedere tappe di consapevolezza diverse. Inutile forzare e, se si è convinti che la legge di attrazione sia una baggianata, sarà così per chi ne è convinto, ma la legge agirà comunque.

Se sei a digiuno o se conosci qualcuno che è scettico e ha le idee confuse sulla LOA (law of attraction), questo articolo sulle domande più frequenti può esserti d'aiuto. Se invece vuoi far scoprire a qualcuno di cosa si tratta, ti consiglio questi due DVD (proprio per chi inizia, eh) che secondo me sono più veloci da consultare e più efficaci rispetto ai libri.

Credit foto

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Add A Comment