Recaller test per le intolleranze

Iniziamo l'anno con una botta di onestà. C'è una fetta di mondo che si strafoga di cibo durante le feste e può preoccuparsi solo dei chili di troppo che potrebbe prendere, ma si consola in fretta pensando alla dieta disintossicante che inizierà il giorno dopo l'epifania. Sempre che cada di lunedì perché non si è mai visto iniziare una dieta in un giorno infrasettimanale. Poi c'è una parte di popolazione che mangia quello che gli propongono a pranzi, cene, feste sapendo che starà da cani. Se anche voi, come me, avete problemi di intolleranze alimentari, fate parte della seconda categoria.
Sono partita il 23 dicembre e sono rientrata il 5 gennaio. Avrei dovuto fare almeno un giorno di dieta a settimana, ma ogni tentativo è miserabilmente fallito. E' più facile farmi un regalo che cucinare per me, ne sono consapevole. E' il motivo per cui preferisco invitare che farmi invitare.

Sto seguendo il Recaller program da giugno che prevede uno svezzamento per i gruppi alimentari ai quali si risulta intolleranti in seguito a prelievo del sangue.
I gruppi incriminati per me sono frumento, nichel e lieviti. Seguivo già un'alimentazione gluten free e senza derivati del latte da molti anni e, dato che non ho una diagnosi di celiachia per mancanza di accertamenti perché ero in dolce attesa, non mi è possibile reintegrare gli alimenti che contengono glutine e derivati del latte. L'alimentazione senza glutine è ricca di mais e lievito e questo può portare a sviluppare altre sensibilizzazione e intolleranze perché tendiamo a mangiare sempre le stesse cose e non ruotiamo correttamente gli alimenti.
Ho parlato del Recaller test in questo primo post e in seguito avevo risposto ad alcune domande  ricevute in privato sul test, com'è, dove si fa, come si struttura il programma di recupero delle intolleranze. Questo test è stato creato dal dott. Attilio Speciani che è immunologo e allergologo.

Sintomi e  dieta
Quando lo scorso maggio ho iniziato la dieta avevo problemi di acidità di stomaco e un sospetto reflusso con tosse ricorrente, sinusite, raffreddori frequenti, mal di gola. La notte porto un bite per correggere i postumi del colpo di frusta avuto nel 2012 e credo che questo abbia contribuito notevolmente al reflusso perchè emotivamente e fisicamente lo rifiut(av)o.
Da quando ho iniziato la dieta i sintomi sono  andati via via scomparendo. L'acidità di stomaco si fa sentire solo nel preciclo (benedetti ormoni!) o in situazioni in cui la componente emotiva è evidente (ma con un po' di impegno, ascolto e fiori di Bach  si risolve subito). Ci sono cibi da cui mi tengo lontana perché ricordo bene che effetto mi facevano (tipo il sugo o il ragù, il pomodoro cotto mi spacca) e anche la pasta di mais è da prendere con cautela. Addio caffè mentre la cioccolata fondente solo in rari casi. Per oltre cinque anni la mangiavo tutti i giorni, dopo il caffè, pranzo e cena. Ora non posso lamentarmi del reflusso perché è un binomio massacrante per lo stomaco ma delizioso per il palato! 😛

Ripresa post vacanze
Appena sono rientrata dalle vacanze ho ripreso a mangiare come da programma. In realtà fatico a considerare il Recaller program  una vera e propria dieta perchè non ho esclusione di alimenti. Posso mangiare tutto, non devo pesare nulla e alcuni giorni a settimana devo astenermi dal mangiare i cibi che aumentano il livello di infiammazione del corpo. Oggi è lunedì e mi asterrò da cibi che contengano nichel, lieviti e ovviamente frumento.
In questa fase, dato che sono passati sei mesi dall'inizio, dovrei fare un solo giorno di astensione da nichel e lieviti. Il frumento e i latticini non li considero perchè già prima del Recaller non li potevo assumere.
Ho notato però che il mio standard ideale sono due giorni di astensione non consecutivi. Altra cosa che ho notato nei break precedenti sempre per le vacanze è che in genere, quando riprendo la dieta, aumenta il tempo richiesto di smaltimento dell'eccesso e in seguito la mia soglia di tolleranza cresce quindi posso concedermi quantità di cibi fastidiosi più senza avere sintomi. E' come se lo sgarro prolungato mi aiutasse poi a ripartire meglio. Però devo stare a stecchetto per più di due giorni e non devo toccare neppure un biscotto!

I contro
Dopo mesi devo dire che finalmente anche il peso si è assestato. Ho perso due chili, che avrei tenuto volentieri, e faccio fatica a riprendere. Sono consapevole che mangio troppo pochi carboidrati rispetto a quelli che dovrei. Non potendo mangiare prodotti lievitati e con mais, presente nella maggior parte delle preparazioni gluten free, la scelta si restringe.
Spesso non mi va di farmi riso, amaranto o quinoa solo per me, così tampono con qualche galletta di riso - simil polistirolo - o quelle di quinoa o grano saraceno, ma non aiutano di certo a riprendere peso.

L'altra difficoltà che incontro nel seguire il Recaller sono le proteine a ogni pasto. Uova o prosciutto anche a colazione? Non ce la faccio. Mangio già più proteine di ciò che vorrei. Se fosse per me diventerei vegetariana, ma dovrei cibarmi solo di patate, barbabietole, zucca e zucchine perché prive di nichel altrimenti andrei subito in sovradosaggio.

I pro
Convivo con questo ciclico fastidio allo stomaco senza prendere farmaci. Sono più attenta al mio corpo e mangio in modo più sano. Però a volte mi mancano le schifezze, eh! Il mio metabolismo è cambiato e mi sento più energica e attiva.

Per me la cosa davvero pazzesca di questo programma è il crudo-vivo-colorato. In pochi giorni mi dà un gran aiuto a risistemare lo stomaco. Basta mangiare frutta o verduta cruda, non condita, non cotta prima del pasto. Questo favorisce l'attivazione dei panallergeni che riducono la reazione al cibo. Mentre cucino mi sgranocchio una carota, un pezzo di finocchio, zucchina o una fetta di mela ed è molto più sano dell'antiacido che dovrei prendere dopo cena se non seguissi il crudo-vivo-colorato.

Nei giorni di vacanza ho ripreso anche l'olio di perilla, consigliato per disinfiammare stomaco e intestino, e a breve inizierò a riprendere anche l'olio di ribes (antistaminico naturale). Per me febbraio è periodo di sinusite allergica. Ho problemi con qualche polline. Sapendo che il programma aiuta anche a ridurre gli effetti delle allergie ai pollini, sono curiosa di vedere se starò davvero meglio.

Pochi mesi fa il test Recaller è cambiato ulteriormente e, dato che sono già passati sei mesi, a breve farò un controllo e potrò dirvi le novità introdotte rispetto a quello che ho fatto io. So che dopo aver letto i vecchi post alcuni di voi sono andati in farmacia e si sono sottoposti al test facendosi pungere il dito. Lo preciso bene perché nel libro Come una pentola a pressione del Dott. Attilio Speciani sono spiegate le varie differenze tra i test in commercio. La mia esperienza è solo sul Recaller, non su altri test. Mi dispiace se, spinti dall'entusiasmo di provare, avete speso soldi per sottoporvi a test diversi e non avete avuto risultati significativi. Se invece state seguendo il Recaller sono curiosa di sapere come va e come procede il vostro svezzamento.

 

Comments

  1. Pamela

    Ciao Silvia!
    ho fatto i test di Recaller circa 1 settimana fa, quando credi che mi arriveranno gli esiti?
    Purtroppo la situazione del gonfiore e aumento di peso sta aumentando a dismisura e spero che arrivino il prima possibile.
    grazie dell’attenzione e complimenti per tutti i tuoi articoli.
    ciao,

    Pamela

    1. Ciao Pamela, a me dissero che i tempi di attesa (per il recaller che avevo fatto io e ha degli indici in meno di quello che si fa ora) erano di circa 15 giorni. Mi arrivò dopo circa 20 giorni perché in quel periodo avevano avuto molte richieste.
      Considera che appena inizierai con il recaller il metabolismo cambia. E’ un bello sconvolgimento!
      Troverai un codice all’interno dei risultati che ti servirà per registrarti al sito Recaller e per qualsiasi dubbio relativo ai sintomi, nutrizione, dieta, pasti ecc. potrai scrivere direttamente allo staff. Nelle prime settimane io scrissi diverse volte per capire bene come muovermi, se sbagliavo qualcosa e quali integratori prendere. 🙂
      Grazie a te

  2. Pamela

    Grazie mille Silvia, sei davvero gentile.
    Non mi resta che attendere e per qualsiasi cosa mi rivolgerò allo staff.
    Ti scriverò nel caso mi servissero consigli da chi c’è già passata.
    Buona serata,

    Pamela

    1. Se sospetti di avere qualche intolleranza approfittane per levarti qualche sfizio prima di iniziare la dieta. Potrai continuare a mangiarli solo per due giorni a settimana a inizio programma e con dosi che non soddisfano la gola. 😉
      Per quel che posso, sono qui. 🙂

      1. Pamela

        Ciao Silvia,
        sono finalmente arrivati gli esiti: intolleranza frumento e lattosio.. Da lunedì s’inizia, speriamo bene!!!
        più avanti ti farò sapere come starà andando.
        Grazie dei consigli,

        Pamela

  3. Ste

    Ciao Silvia,
    ho letto con interesse i tuoi post. Sono in cura da Speciani ormai da una decina di anni, e la situazione per me ormai è stabile. Avrei i due giorni di dieta la settimana e la dose max giornaliera di salicati ma ascoltando il proprio corpo diventa facile poi gestire. All’ultimo controllo c’era ancora il Dria test, sono quindi curiosa di vedere cosa cambia con questo Recaller test, come sono gli esiti,ecc.
    Ste

    1. Ciao Ste, anche io sono curiosa di rifare il test per vedere com’è cambiato rispetto al primo. Noto che la mia soglia di tolleranza è aumentata molto e ultimamente devo impormi di fare il giorno di astensione mentre prima era una necessità. Per me il top sono cmq i due giorni. Ci aggiorniamo con i risultati. 😉

  4. Pingback: Controllo Recaller program - Mathilda Stillday

  5. Mad da Genova

    Grande, immensi dott.ri Speciani. Con la gift ho migliorato me stessa fino ad essere una maratoneta senza più allergie e reflusso e ho fatto perdere 18 kg a mia mamma, ora non più insulinodipendente. Mia mamma era diabetica, faceva 8 unita serali di insulina e da settembre 2015 non lo è più! E questo solo adottando una gift ortodossa, confortati dalle analisi di routine.
    Sto aspettando il risultato del mio recaller! Grazie Dottori Speciani

Add A Comment