Il mondo delle idee

Incredibile quante cose ho nel pc che avevo preparato e non ho pubblicato. Mi riferisco a video, pezzi di racconto, micro manuali iniziati, pezzi di idee.

Venerdì mattina ho rivisto alcuni video sull'eft e non erano vecchi solo per il taglio di capelli ma anche per ciò che in un anno ho aggiunto alla consapevolezza che avevo rispetto allo scorso settembre.

Oggi è il primo settembre. Per molte mamme è l'inizio del nuovo anno. Se pensate di leggere la lista dei buoni propositi vi sbagliate. L'ho già fatta (la trovate al link poco prima) e ho alcuni arretrati da smaltire. Però ho pensato agli obiettivi che mi sono data lo scorso settembre e devo dire che avrei potuto fare di più.

Spesso si fanno programmi infiniti e dispersivi. Le idee sono tante, quelle buone sono meno, quelle realizzate ancora meno. Mi piace pensare che le idee abbiamo bisogno di decantare. Un po' come il vino.
Ci sono quelle che sembrano pazzesche e dici "Wow! Come ho fatto a non pensarci prima. Farò un mucchio di soldi con questa cosa". Inizi a lavorarci e dopo un po' di tempo ti rendi conto che l'idea è davvero buona. Oppure scopri che qualcuno ci ha già pensato prima di te e ha già realizzato un progetto simile. (E accade di frequente!)

Joe Vitale dice che le idee hanno bisogno di velocità. O meglio, lui sostiene che i soldi vogliono velocità. Se avete avuto la sensazione che qualcuno vi fregasse un'idea sapete cosa significa. Mi viene in mente l'Iperuranio di Platone. Il mondo delle idee che sta oltre la volta celeste dal quale peschiamo un'idea grazie all'intelletto. Quindi è possibile che due o più persone raccolgano la stessa idea. E' una sorta di roseto comunale sulla via centrale della piazza della vita da cui chiunque può pescare. Senza troppe scuse. Se si ha paura di pungersi o ci si aggrappa al fatto che ci ha preceduto ha preso proprio la rosa che volevamo noi oppure raccogliamo e lasciamo che appassisca non realizzeremo molto.

Chi è molto concreto e tecnico spesso ha difficoltà ad aprirsi alle idee in senso creativo. Probabilmente userà la sua capacità creativa trovando soluzioni a problemi noti. Fare meditazione aiuta a radicarsi sufficientemente per fare il vuoto interiore e accogliere, o raccogliere. Cosa? Risposte, idee, suggerimenti, indicazioni dalla parte saggia di noi o dall'inconscio collettivo, o dal mondo delle idee.

Se non riusciamo a fare spazio in testa è difficile che arrivi qualcosa di nuovo. Se teniamo la mente costantemente impegnata in riflessioni, e pippe mentali, è difficile che arrivi la soluzione per un dubbio. Se continuiamo ad aprire progetti nuovi è difficile che porteremo a termine qualcosa. Lo dico soprattutto a me stessa che tendo ad essere dispersiva in questo senso. Se siete così aiutatevi con Wold Oat dei fiori di Bach. Vi aiuterà a trovare la vostra strada. Ci sarà sempre qualcosa di più divertente e stimolante a cui dedicarsi.
Qualsiasi siano stati i buoni propositi per l'anno vi invito a fare il punto della situazione e capire cosa portare avanti e cosa lasciare andare. Soprattutto per ciò che sembrava una buona idea non si è confermata tale.

I video che ho ritrovato sono dello scorso settembre. Possibile che sia cambiata tanto in un anno? La risposta è sì. E anche voi siete diverse rispetto a un anno fa. Se avete la sensazione di non aver concluso nulla in questi mesi (o di aver fatto molto meno di ciò che speravate) chiedetevi dove avete investito le vostre energie e come avete usato questo tempo.
Forse avete lavorato a progetti che non sono ancora conclusi e siete all'ultimo sforzo, il più difficile. Probabilmente se non siete ancora passati alla realizzazione è perchè qualcosa non vi convince del tutto.
O forse avete deciso di cambiare completamente la vostra vita, ma siete ancora nel mondo delle idee e non avete iniziato a fare cose concrete per rinnovare tutto.
Oppure siete ancora nella fase della lamentazione. Non c'è nulla che vi soddisfi, ma non sapete neppure in che direzione andare. La risposta è sempre lì, nel mondo delle idee. E potete accedervi quando volete. Basta chiudere gli occhi, fare il silenzio dentro di voi e lasciare che tutto accada. Anche solo per un attimo, visualizzate la vita che vorreste ora, come se fosse già presente. Riaprite gli occhi e muovetevi, agite per realizzarla.

Add A Comment