fiori di bach ansia e attacchi panico

Fiori di Bach per l’ansia e il panico

Nelle scorse settimane abbiamo iniziato a parlare di ansia e attacchi di panico e, nello specifico, abbiamo parlato delle ricadute. Capita spesso infatti, che la guarigione proceda per scatti.

Oggi voglio darvi alcune indicazioni sui fiori di Bach specifici per l'ansia e i dap.

I rimedi di Bach per l'ansia e gli attacchi di panico

Di seguito voglio presentarti alcuni fiori che possono essere utili come sostegno in caso di ansia o attacchi di panico. Se sei seguita da un professionista ti invito ad informarlo/a dell'assunzione dei fiori di Bach in modo da monitorare in modo più preciso i tuoi progressi ed eventuali nodi che potrebbero emergere.

Rock Rose è contenuto anche nel rescue remedy per questo consiglio di prendere il pronto soccorso alle prime avvisaglie. Alcuni infatti soffrono di attacchi di panico con aura cioè avventono in anticipo, da sensazioni e segnali che il corpo manda prima della crisi. Rock rose è per chi vive il panico che blocca. Non si riesce a pensare, ad agire, e si cade in uno stato di profondo smarrimento.

Aspen è il fiore spesso associato agli attacchi di panico come Rock Rose. In questo caso si vive con la sensazione costante che possa succedere qualcosa di terribile. Aspen è legato anche alla paura del buio, dei mostri, del paranormale e di ciò che non si conosce. Si ha la sensazione di qualcosa al di fuori della nostra portata che non siamo in grado di gestire.

Mimulus è il fiore per chi ha paure specifiche. Chi soffre di attacchi di panico può avere paura dell'ascensore, di prendere i mezzi pubblici, di attraversare la strada da solo, di trovarsi in spazi aperti o affollati (agorafobia) o di entrare in gallerie. Alcuni soggetti rasentano l'ipocondria. L'essenza è legata alle persone ipersensibili all'ambiente, ai suoni, alle luci, agli odori. Quando qualcosa è troppo forte per loro arrivano a somatizzare scaricando tensione e paura con ansia e attacchi di panico.

Elm aiuta chi teme di non essere più in grado di fare cose che ha sempre fatto. Capita che chi soffre di attacchi di panico quando va sui mezzi pubblici, ad esempio, inizi ad avere paura di andare a fare la spesa da solo, o di uscire a fare una commissione. Questo perchè il circolo dell'ansia, e soprattutto dei dap, è contagioso e va a toccare vari ambiti dell'esistenza. Elm aiuta a ritrovare la forza interiore e la quotidianità non sarà così spaventosa.

Cherry plum aiuta a non arrivare all'effetto pentola a pressione ovvero si trattiene ansia, si vive in costante stato di stress e a un certo punto si ha paura di perdere il controllo, di svenire, di fare una sciocchezza, di morire. Aiuta a far fluire le emozioni senza averne paura. E' un balsamo che aiuta a sciogliere i nodi emotivi.

Star of Bethlhem è per chi vive gli attacchi di panico come fossero un vero e proprio trauma e resta bloccato. Star of Bethlhem serve per chi vuole passare dallo shock alla fase della guarigione. Sciogliendo il trauma l'individuo è più predisposto ad ascoltare se stesso per poi sentire e capire cosa si muove nel disagio che il corpo manifesta attraverso l'ansia e gli attacchi di panico. Anche questo rimedio è contenuto nel rescue remedy.

ansia e attacchi di panico

White Chestnut è indicato quando l'ansia ha origine da pensieri fissi, a volte ossessivi. Un'immagine mentale che non riusciamo a lasciare andare oppure da un timore, un sospetto che si presenta constantemente come un disco che ripropone sempre la stessa canzone. E più cerchiamo di liberarci di quel pensiero, e dell'ansia che ne segue, più il pensiero indesiderato si rafforza. E' utile nei casi di attacchi di panico perchè il pensiero di una crisi è spesso invasiva e invalidante. Questa essenza aiuta a uscire dalla paura della paura.

Accorgimenti per i fiori di Bach in caso di attacchi di panico

Se state seguendo una terapia di tipo farmacologico può capitare che pensiate di iniziare i fiori di Bach per poter sospendere il trattamento di medicina tradizionale optando per un altro approccio. E sono sicura che troverete alcuni operatori olistici che potrebbero spingervi in tal senso. Preferisco farvi riflettere su un aspetto importante.

Alcuni farmaci, come ansiolitici e antidepressivi, se sospesi bruscamente possono dare problemi simili alle crisi di astinenza facendovi ripiombare nuovamente nel circolo di paura degli attacchi di panico. E' più logico, se avete questa intenzione, informare lo specialista che vi segue della vostra volontà e chiedere di seguirvi in un percorso che preveda anche altre tecniche facendovi diminuire la dose del farmaco in modo graduale per evitare antipatici contraccolpi. Ci sono molti medici e tantissimi psicologi che hanno integrato nella loro professione l'uso della floriterapia quindi chiedere non costa nulla, mentre sospendere un trattamento già in corso può essere rischioso.

Se invece siete all'inizio del percorso di cura potete farvi seguire da numerosi professionisti come consulenti olistici, naturopati o omeopati che hanno un approccio molto diverso tra loro, ma si muovono tutti verso la cura alla persona con approccio naturale. Quelle che hai appena letto sono solo indicazioni generali su alcuni fiori e non sono sostitutivi di una consulenza di persona o di un parere medico. Ricordo che i fiori di Bach, o la floriterapia in genere, non vanno assunti tenendo conto del sintomo (in questo caso l'ansia e le sue manifestazioni), ma partendo dello stato emotivo che li genera.

Non commettere questi due errori!

  1. Dato che le tecniche olistiche possono accentuare i sintomi in fase iniziale, ricordati che potresti avere un iniziale peggioramento (ovvero la crisi di guarigione) che porta a galla ciò che deve essere riarmonizzato. Questo è uno dei motivi per cui ti invito a farti seguire da un professionista soprattutto se prendi i fiori di Bach per la prima volta.
  2. Ricordo che il rescue remedy non è di per sé curativo, ma serve solo come rimedio d'emergenza. Se vivete situazioni di ansia e attacchi di panico e volete curarli, il rescue (o rimedio d'emergenza o pronto soccorso) diventa solo un aiuto momentaneo, ma dovete far preparare una miscela personalizzata per lavorare in modo corretto e in questo caso consiglio di rivolgersi a una persona competente visto che gli attacchi di panico e l'ansia possono diventare invalidanti impedendovi di vivere la quotidianità.

Se vuoi un aiuto per scegliere i fiori più adatti alle tue necessità ti invito a prenotare una Consulenza Equilibrio così da poter iniziare questo percorso di guarigione, o proseguirlo, in tutta sicurezza.

Comments

    1. I sogni ansiosi servono a metabolizzare l’ansia che di giorno viene repressa e soffocata. Qui entriamo nei disturbi del sonno. Se al risveglio inizi a pensare in loop (o a cantare musichette) è indicato White chestnut. 🙂

  1. Pingback: Mathilda Stillday EFT per l'ansia (video tutorial) | Mathilda Stillday

Add A Comment