Buoni propositi: per il 2014 voglio…

Dicembre è il mese del Natale, del freddo e dei buoni propositi. Siamo ai primi di dicembre e ieri finalmente ho fatto il cambio di stagione. In casa l'atmosfera natalizia non è ancora arrivata a parte qualche decorazione tolta dal sacchetto e sparsa in giro da nostro figlio. Mentre prendevo il tè rosso da mia suocera, alla tv hanno fatto la pubblicità dell'oroscopo del 2014. Oroscopo? In quel momento ho realizzato che il duemilacredici se n'è andato con tutte le notizie tristi, i traumi e i successi, le nascite, la gioia e una buona dose di acciacchi.

Sto pensando che molti a fine anno si dedicano ai buoni propositi e la maggior parte arriva al  successivo dicembre consapevole di non aver fatto molto per perseguire i propri obiettivi. C'è un modo efficace per preparare i propri buoni propositi? La risposta è sì, e ce ne sono tanti quanti siete voi perchè ognuno può muoversi come sente giusto per sé, però ci sono alcune piccolezze che aiutano ad essere più incisivi.

  1. Il vostro anno personale. E' solo un dato del vostro tema numerologico, l'ho detto molte volte, ma è l'ingrediente fondamentare della ricetta del vostro anno e sapere quale sia può aiutarvi. Attenzione però a non farvi imprigionare in una nuova credenza limitante. Ad esempio per me è iniziato l'anno 8. E' un numero che richiede impegno costante, fatica, non è facile per il corpo e porta molta stanchezza se si decide di sfruttare bene la sua vibrazione. E' un numero legato prevalentemente al lavoro. Il mio anno 8 però ha anticipato i tempi e si è fatto sentire già dalla primavera e non dal mio compleanno che cade in piena estate. Potevo scegliere di sfruttare la vibrazione dell'8 impegnandomi per raccogliere poi i frutti di tante energie oppure potevo stare sul divano a grattarmi la pancia e assecondare la stanchezza. A me, e a voi, la scelta.
    Per esempio se siente in un anno 1 sarete chiamati a prendere decisioni, a fare il capo, a gestire progetti quindi non aspettatevi di delegare le decisioni perchè il ruolo del leader spetta a voi e avete molto da imparare da questa esperienza.
    Se siete in un anno 3 e migrate verso un anno quattro passerete da un anno di socializzazione e comunicazione a un anno che richiede impegno e costanza, capacità di analisi, ordine e praticità. Sono solo due esempi, ma vi aiutano a capire su quale terreno vi potrete muovere. Per fare i conti seguite questo post sull'anno personale e sostituite con l'anno universale che volete verificare.
  2. Un solo obiettivo. Non vi sto dicendo che dovete fare una sola cosa, anzi. Dovete fissare il vostro obiettivo. Uno solo. Che sia lavorativo o professionale non disperdete energie dividendovi in mille cose o rischiate di replicare l'anno che avete appena trascorso. Volete raddoppiare il vostro guadagnato. Ok, scrivetelo. Nell'anno 2014 voglio guadagnare (somma desiderata). Avete intenzioni di sposarvi, ma continuate a rimandare perchè c'è la crisi e non avete abbastanza soldi? Il vostro 2014 sarà l'anno del vostro matrimonio. Avete un anno di tempo per organizzare, scegliere e muovervi per trovare soluzioni che siano adatte alle vostre tasche e in linea con il vostro gusto. Basta temporeggiare con mille scuse. Avete deciso di cambiare lavoro perchè vi lamentate, siete sottopagati ecc. Ok, sapete già che cosa volete fare? In questo caso siete già a buon punto, mentre c'è qualcosa da sistemare per chi vuole fuggire da un lavoro e non ha la minima idea di cosa vuole fare. Avete una passione? Sentite di voler essere utili al prossimo? Avete ancora un mese di tempo per accogliere l'idea giusta.
  3. Pianificate. Avete fissato il vostro obiettivo per l'anno. Ora provate a studiare una strategia. No, non ho detto che dovete fare un planning completo di ogni mese, compresi i dettagli settimanali. Iniziate a vedere almeno il primo passo fare. Non è difficile. Volete sposarvi? Bene, fissate la data.
    Volete raddoppiare l'incasso? Bene, puntate sul vostro prodotto oppure cercatene uno che vi soddisfi per diventare rivenditori. Vi serve solo il primo passo. A questo aggiungete delle ipotesi per stadi di avanzamento. E' solo una traccia che detterà il passo, ma vi lascerà la libertà per decidere in tutta flessibilità. Se fissate adesso ogni step rischiate solo di raccogliere frustrazione perchè se un passo non va come vi aspettate, vi arrenderete fermerete e lascerete ogni cosa com'è per paura del fallimento.
  4. Scrivete su carta il vostro obiettivo. Tutte le varie ricerche fatte nell'ultimo ventennio dimostrano che gli obiettivi scritti hanno molte più possibilità di concretizzarsi. Scrivere su carta è una dichiarazione di intenti precisa sia verso l'Universo (in termini di legge di attrazione) sia verso noi stessi. Scrivere aiuta a diventare consapevoli di ciò che vogliamo e diamo un'informazione precisa sia alla mente conscia sia all'inconscio.
  5. Ripetere aiuta. Alcuni sostengono che con la legge di attrazione si debba chiedere una sola volta e poi avere fiducia nell'universo e in noi e lasciare che le cose accadano. Questa informazione in realtà è parziale e capisco che i detrattori della legge di attrazione trovino molto da dire su questo punto. C'è una correzione della rotta dei nuovi guru, anche se non c'è nulla di nuovo in questo, e Napoleon Hill lo spiegò molto bene. Ripetere il proprio intento, non solo a parole, ma vivendo come se già fosse realizzato, aiuta a muoversi verso l'obiettivo in modo efficace. Se voglio cambiare lavoro devo partire dalle mie abitudini. Cambiare ciò che facciamo ogni giorno ci aiuta a uscire dalla nostra zona comfort e ad aprirci al nuovo. Allora cosa dobbiamo ripetere? Il nostro intento. Se avete scritto su carta l'obiettivo, ripetetelo ogni giorno in modo tale che il vostro subconscio si muova in linea con noi e non inizi l'autosabotaggio. Lo conoscete, vero? Se non volete trovarmi a ripassare dal via e ricominciare da capo dovrete impegnarvi in questo.

Ora siete pronti. Avete tutto ciò che vi serve per pianificare il nuovo anno e far sì che sia il vostro anno di svolta. Non vi resta che decidere cosa fare e come migliorare la vostra vita.

 

Comments

  1. Duffy

    Ecco, si. Un unico buono proposito: che sia l’anno dello sblocco. Che sia l’ultimo che veda ripetersi gli stessi identici propositi da un lustro.

  2. Pulizia e Ordine, come dentro così fuori.
    [l’ho scritto anche a penna su un bel foglio di carta!]

Add A Comment