metodo ROADS - gestione del tempo

Metodo ROAD: la lista degli indispensabili

Confesso che visto il riscontro avuto per gli articoli sul metodo ROAD ho iniziato a scrivere un manuale per poi rendermi conto che io detesto le ricette (anche se il metodo è estremamente flessibile) e che l'idea di pubblicare un libro di questo tipo non è mai stata tra le mie priorità.
Questo è uno dei motivi che mi portano a pubblicare l'articolo di oggi sul ROAD (e ne seguiranno altri) e nello specifico parliamo di lista degli indispensabili.
Sei curiosa di sapere di cosa si tratta?

Per organizzare al meglio le nostre attività abbiamo diversi strumenti a disposizione. Nonostante non ami liste e programmi, ho pensato che avere una lista delle cose che per noi è indispensabile fare per sentirci bene con noi stesse, possa aiutare a fare il punto della situazione.
Mi riferisco sia al lavoro sia alla gestione della casa.
Ognuna di noi ha delle preferenze e delle cose che tollera poco fare; è anche vero che ogni famiglia ha esigenze diverse in base al tipo di abitazione e al nucleo familiare.

Ti faccio degli esempi pratici:
una famiglia con un bimbo in fase di gattonamento avrà necessità di pulire e disinfettare il pavimento più di una mamma con bambini che hanno smesso di leccare le mattonelle.
Così come chi ha una casa con il balcone corre meno rischi di trovare il pavimento pieno di terra rispetto a chi ha una casa con giardino.
Se l'abitazione è piccola l'effetto 'é esplosa una bomba' alla vista del disordine è maggiore rispetto a chi avendo casa grande, può comodamente distribuire il caos in punti diversi creando quello che personalmente chiamo ordine apparente. Se nonostante la casa grande fatichi ad avere un livello accettabile di confusione/ordine allora fermati e inizia a farti qualche domanda su cosa non vada nella gestione di casa e su come puoi coinvolgere tutti gli abitanti e suddividete i compiti. La lista con il tempo si adatterà alle nuove esigenze della famiglia. Ad esempio finchè il pupo faceva la nanna il pomeriggio non mi interessava dover rifare il letto dato che l'avrei disfatto poche ore dopo. Inoltre, non ricevo ospiti in camera quindi bastava chiudere la porta e amen.

Scopo principale della lista (che non deve necessariamente essere scritta, ma serve solo come presa di consapevolezza per sentirti soddisfatta di te) è arrivare a fine giornata o settimana sapendo che hai concluso tutto ciò che senti di dover fare, secondo il tuo canone personale per ritenerti soddisfatta.
La mia bisnonna diceva:

Se il letto e fatto e il lavandino in ordine tutta casa è a posto.

Se hai difficoltà a fare il punto prova a rispondere a questa domanda:
"In caso di visite inaspettate cosa mi dà fastidio vedere fuori posto?"
Attenzione, non rispondere pensando a come gli altri intendono casa pulita e ordine perchè per alcune avere casa pulita è fare i vetri tutti i giorni, ma concentrati sulle cose che a te danno l'idea di ordine.
Per me ad esempio casa è ok quando non ci sono i mille giochi dei pupi sul pavimento, i piatti nel lavandino (la bisnonna come me aveva sala e cucina insieme!) e il bagno è presentabile.
Se mi metto al pc a lavorare devo avere il tavolo in ordine e la mensola altare oltre il monitor deve essere pulita, magari con un bastoncino di incenso o una candela accesa.

La mia esperienza nell'aiutare le donne mi ha confermato che scegliere gli indispensabili giusti e farli ogni giorno cambia notevolmente la percezione di sé e aumenta l'autostima. Questo è solo uno dei principi contenuti nel metodo ROADS per smettere di dire "Non ho tempo". Se vuoi visita questa pagina per scoprire come puoi migliorare la tua vita rispettando le tue esigenze scopri come posso aiutarti.

Add A Comment