reiki

Reiki: il primo livello

Reiki è una tecnica di autoguarigione naturale che tramite l'energia canalizzata e distribuita attraverso le mani riduce lo stress favorendo l'equilibrio e stimolando il benessere della persona.

Esistono varie scuole. Il più diffuso è il metodo Usui Shiki Ryoho (e sarà quello di cui leggerete in questo salotto) ma ci sono anche il Karuna e il metodo tibetano. Con il passare degli anni si sono diffuse altre tecniche che si basano sugli stessi principi così come ci sono numerose specializzazioni per reiki master, soprattutto all'estero, come le tecniche energetiche degli angeli o la Karma Therapy (o Karma Reiki) di cui ho accennato sulla pagina di FB e nel quasi giveaway.

I livelli di apprendimento sono tre. Purtroppo devo dire che molti insegnanti hanno diviso e moltiplicato i corsi facendoli diventare un ottimo business a discapito della tecnica. Personalmente credo che aggiungere altre tecniche nello stesso corso confonda solo le idee. Spesso parlo con reikini (o reikisti) che dopo i corsi mi parlano di visualizzazioni come se fossero parte essenziale della tecnica. Non è così. Conoscere bene uno strumento aiuta ad andare oltre la tecnica e ci lascia liberi di sperimentare anche in altre direzioni con più libertà. Se seguiamo un corso di reiki che aggiunge e mischia altre cose, facciamo solo un polpettone incredibile perchè è meglio lavorare a livello energetico su un aspetto per volta. Ovviamente è una visione assolutamente personale ma imparare a sentire l'energia nelle sue sfumature richiede tempo e pratica.

  1.  primo livello: prevede il contatto fisico con il ricevente.
  2. secondo livello: per i trattamenti a distanza o negli ambienti.
  3. Terzo livello (o master): diviso in insegnante e non insegnante.

Il primo livello prevede quattro cerimonie di armonizzazione (iniziazioni) e consente di incanalare energia e come un imbuto la cediamo a chi si sottopone al trattamento o a noi stessi in caso di autotrattamento.L'energia passa attraverso noi e non proviene da noi. E' importante ricordarlo.

In genere durante i corsi c'è una prima parte teorica in cui si spiegano i principi di Reiki, i chakra, si insegnano la centratura, l'apertura e l'accarezzamento dell'aura.
I trattamenti insegnati durante questo livello sono: l'autotrattamento, la riequilibratura dei chakra, il trattamento breve e quello completo e infine il trattamento sui chakra (diverso dalla riequilibratura).

Dopo le armonizzazioni è previsto un momento di condivisione rispetto all'esperienza appena fatta e alla percezione che si è avuta. Alcuni insegnanti propongono esercizi di visualizzazione e rilassamento soprattutto per chi è neofita.

Parto dal presupposto che chi frequenta un corso deve uscire e deve essere in grado di mettere in pratica ciò che gli è stato spiegato senza dover dipendere dal maestro. L'allievo deve poter andare oltre l'insegnamento e seguire l'intuito per capire come muoversi e dove mettere le mani durante il trattamento per poter fare un buon lavoro.
Per sottoporti a un trattamento non bisogna spogliarsi. E' richiesto di togliersi solo le scarpe. E' possibile trattare anche anziani, donne in dolce attesa, anziani e persone con arti ingessati e seguendo per ogni categoria le dovute precauzioni che il master vi spiegherà durante i corsi.

Parlando con amici e conoscenti ho avuto il dispiacere di constatare che spesso di preferisce avere molti allievi e insegnare meno cose piuttosto che seguire meno persone ma insegnare tutto ciò che può essere trasmesso in un fine settimana o in una sola giornata di corso e spesso i livelli vengono divisi per aumentare i costi.

Se in un week end devo armonizzare cinquanta persone non ho il tempo materiale di spiegare tutti i tipi di trattamento e la parte teorica ma mi limiterò a consegnare una dispensa e buona lettura! Non dovrebbe essere così.
Spero troviate sul vostro cammino l'insegnante che vi porti dentro la tecnica, vi aiuta a scoprirla, a viverla e a portarla nel vostro quotidiano. Se questo accade avete trovato il miglior maestro per voi.

Libri per approfondimento:

Comments

  1. Anonymous

    Settimana prossima farò il corso di primo livello in individuale, cioè da sola con una master reiki. Ho preferito questa soluzione ad un corso collettivo. Spero di incontrare la miglior maestra per me 😉

    Laura

    1. Il primo livello (individuale o in gruppo) è sempre una grande emozione.
      E’ molto spirituale rispetto al secondo livello che richiede più attenzione per imparare i simboli e il loro uso.
      Sono sicura sarà un momento speciale.
      Buon corso

Add A Comment