Nuova rubrica: ricetta per intolleranze alimentari

Torta PDZ gluten and lactose free (di Mary)

Un post di servizio per annunciare la nuova sezione di ricette per il benessere.
Alcune di voi sanno che in questi mesi ho lavorato per un altro progetto che mi vedeva alle prese con i fornelli. Una premessa doverosa: mi piace cucinare, mi piace mangiare e l'idea di questa rubrica non nasce perchè auspico a diventare food blogger (che rispetto e stimo molto per la loro competenza e bravura) ma nasce da una necessità.

Cosa Alcuni di voi sanno che sono intollerante a glutine e lattosio ormai da anni e questo mi ha costretto a smettere di fare il pane e a tentare improbabili ricette di biscotti per sperimentarmi con le farine senza glutine (che non lievitano neppure a pagarle!) e ad adattare molte ricette perchè il latte e i suoi derivati sono d'uso comune nella nostra tradizione culinaria.

Perchè Parlando con le mamme ho scoperto che spesso sono in difficoltà perchè hanno figli celiaci o con una gluten sensitivity (che non è celiachia) o hanno problemi con lattosio o prodotti caseari (allergia alle proteine del latte) quindi è nata l'idea di questo piccolo e modesto spazio.

Quando Dato che le ricette per intolleranze, pur essendo legate al tema del benessere non sono proprio attinenti ai temi del blog, ho deciso che saranno postate nel week end. Sarà una pausa dai soliti argomenti per me e voi avrete più tempo per pasticciare come me in cucina. Sarete avvisate preventivamente sui social il venerdì.

Chi alcune delle ricette sono prese dalla rete e rielaborate. Altre le ho inventate mischiando un po' di ingredienti e cercando di trovare il risultato più soddisfacente.
Ma troverete anche regali di amiche che mi hanno inviato ricette da postare o che mi hanno regalato dolci e ho chiesto la ricetta. Sentirete parlare dei dolci di Mary* (che nella vita fa tutt'altro) ma ha la passione per la pasticceria. Lei è la mia spacciatrice di dolci perchè ha la pazienza per mettersi a sperimentare e togliere glutine e lattosio dalle ricette classiche e soprattutto ha la precisione per i dettagli che a me manca. (Sono una scanner, ricordate?)

Sappiate che non è cosa facile dato che il glutine permette la lievitazione e i derivati del latte hanno la componente grassa che rende morbidi gli impasti. Se anche voi avete una ricetta (senza pretese da chef) che volete condividere a titolo gratuito sarò felice e onorata di inserirla in questa sezione segnalando il vostro blog e i vostri dati. E sarò felice di provare piatti nuovi.

Mi scuso anticipatamente con i lettori vegetariani o vegani. Sono onnivora per una serie di ragioni (le intolleranze sono una di queste perchè la mia dieta è già parecchio limitata ma se volete vi spiegherò le mie motivazioni più profonde), non amo gli estremismi in cui molti cadono da ambo i lati quindi mi auguro che prendiate queste ricette con lo spirito per cui sono nate. Grazie!

Vi aspetto domani con la prima ricetta...dolcissima.

*Sappiate che ci ho messo 7 anni per convincerla a seguire la sua passione in modo serio e sono fiera di lei. Lo dico per avvisare le incaute che ancora scappano dai loro sogni non sapendo che la sottoscritta non le molla!

Comments

  1. Come ti capisco e ti ammiro perché ci provi :D!
    Io sono allergica al nickel in maniera spropositata e a nulla sono valse le diete a rotazione. Alla fine mangio pochissime cose e se provo a sgarrare sono cavoli amari (ai quali ovviamente sono allergica, ahahaha!). Ma tant’è :D!
    In bocca al lupo per la nuova rubrica del weekend, sono proprio curiosa di vederti all’opera!
    Un abbraccio

    1. La solita mamma siamo stati in Croazia una settimana a settembre e il posto era meraviglioso (suite in un 4 stelle da paura con piscine e tutti i comfort) ma non era attrezzato per la mia dieta (fortuna avevo un po’ di scorte in valigia) e sto ancora pagando le conseguenze di una dieta non corretta ma non ho mangiato glutine. Il problema per la celiachia e la sensibilità al glutine sono anche la contaminazione (specie per la celiachia vera e propria). Prima della gravidanza sgarravo. In gravidanza ho dovuto togliere tutto.
      L’allergia al nichel è altrettando rognosa: neppure le padelle. Ho un’amica che è allergica, mi faccio dare l’elenco dei cibi vietati e poi penserò anche a te. 😉
      oppure mi faccio dare le sue ricette! 😉

    1. ahahahah! Ti adoro. Considera che le ricette sono dello scorso anno quindi tu pensa come potrebbero essere fresche queste pietanze.
      In anteprima ti dico che la ricetta di domani io la faccio anche in un’altra versione insieme al pupo che ha meno di due anni e si diverte un sacco!

  2. mammadifretta

    Figlia border line per la celiachia e io intollerante alle proteine del latte da anni :). se vuoi ti passo la ricetta per il pane con la macchina :O) tanto più che ora non mangio neanche il grano 🙂 E’ questione d tecnica.. (ex food blogger all’appello… riordi, sono scaanner?!)

    1. Capisco. Io ho gli esami negativi della celiachia quindi presumo di avere una sensibilità al glutine che per diversi anni ho trattato contenendo i sintomi (più avanti spiegherò la tecnica che usavo!) ma in gravidanza era diventata ingestibile. Ecco, in realtà l’allergolo sospetta che sia allergica alle proteine del latte perchè non tollero neppure i prodotti con un contenuto di lattosio minimo. Quindi niente latte e derivati per me.
      La ricetta per il pane è con mix di farine speciali o normali?
      Ehm…confesso: non ho la MDP. Io adoravo farlo a mano e vederlo lievitare. Hai provato a fare la stessa ricetta senza MDP?
      :o) Si si, ricetta ricetta cosi la provo! :oD

  3. per il momento non problemi ..ma non si sa mai ..a volte è anche difficile dare una cena perchè sento sempre più di persone che scoprono di avere intolleranze…

    1. Alessandra capisco bene. Io stessa preferisco uscire a cena o invitare amici qui piuttosto che creare caos per fare piatti che posso mangiare.
      E’ uno dei motivi per cui ho deciso di iniziare a postare le ricette che ripeto, sono semplici e abbastanza sfiziose.
      Spero!

Add A Comment