LOA: 7 trucchi per prepararsi alla prova costume (seconda parte)

Continuiamo a parlare di perdere peso grazie e prepararsi alla prova costume con la legge di attrazione. Ieri abbiamo accennato quanto sia importante capire cosa non ci piace di noi per spostare l'attenzione (e il focus) su ciò che invece apprezziamo e su cosa vogliamo ottenere. Perdere peso può essere associato a immagini non prettamente estetiche ma che hanno a che fare con la salute e il benessere corpo-mente-spirito. Oggi vediamo alcune convinzioni limitanti e comportamenti che è meglio evitare.

4 - Vivete pensando al vostro peso o siete proiettati e grati per il vostro peso ideale? Abbiamo parlato ampiamente di quanto sia importante sintonizzare il pensiero di ciò che vogliamo con la gratitudine comportandoci come se tutto fosse già realizzato. Se voglio perdere peso è continuo a preoccuparmi che non calo, il mio peso rimarrà lo stesso. Se sono grata e sono soddisfatta di me stessa ancora prima di aver raggiunto il mio obiettivo, significa che sono sintonizzata sulla giusta frequenza. La gratitudine dimostra che abbiamo fiducia nelle nostre capacità e questo è già una apertura verso il successo. Se temete di non perdere peso o siete ossessionati dalla pancia o dai fianchi, non c'è dieta che tenga! Rischiate di perdere peso e riprenderlo appena smettete la dieta. Se siete grati al vostro corpo per le cose che vi piacciono vi asseconderà anche rispetto alla forma e al peso che desiderate avere.

5 - Quando stavo in neuropsichiatria infantile con le adolescenti anoressiche capii cosa vuol dire avere l'ossessione della bilancia. Se volete perdere (o prendere) peso, non pesatevi tutti i giorni. Non sottoponetevi a questo stress che è indice dei vostri dubbi e della paura di non farcela. Scegliete uno o due giorni (massimo) della settimana in cui pesarvi. Gli altri giorni dimenticatevi la bilancia e vivete serene. Al posto di controllare la bilancia, osservate il vostro corpo. E veniamo al punto successivo.

6 - Quando andate da un dietologo vi prende le misure come fosse un sarto. Usare solo la bilancia come verifica del vostro cambiamento è limitante. Quando avevo scovato le intolleranze alimentari e tolsi ciò che mi faceva male, il mio peso sulla bilancia non cambiò, ma dovetti comprare i pantaloni di una taglia in meno. Ed erano comodi pure quelli. Se avessi guardato la bilancia non avrei notato differenze significative.
Avete notato che in molti casi, se la dieta è giusta per voi e non patite la fame e non avete sonnolenza, siete molto più energiche? Questo è un altro parametro su cui focalizzarsi per mantenersi centrate sull'obiettivo. Un'alimentazione corretta rende più dinamici e attivi.

7 - Vediamo di scovare qualche resistenza. Da piccoli si è molto sensibili al linguaggio e inculcare convinzioni limitanti è facile. Pensate a una coppia di genitori robusti che vedono il figlio mangiare poco: "Dai, mangia, non vedi che quelli magri hanno tutti la faccia triste?"
"Non vedi quella è così magra che sembra malata?"
E la stessa cosa accade quando perdete peso e siete circondate da persone un po' in sovrappeso:
"Come sei dimagrita? Ma mangi? Ma stai male? Ma non è che ti sei ammalata?"
O ancora a chi da piccolo ha avuto cibo contato e da grande si sente ricco se può mangiare in abbondanti dosi.

Un'ultima cosa legata alla comunicazione efficace: la parola dieta richiama l'idea di fame e di rinuncia. Provate a pensare in termini di corretta alimentazione e l'attenzione cadrà sul nutrire in modo adeguato piuttosto che sul togliere.
Come ho scritto prima la cosa importante è il benessere. Questo significa che per stare bene ed essere felice non devo per forza avere la taglia da modella, ma devo avere il peso ideale che è quello che fa stare davvero bene e non quello indicato da tabelle mediche o altro. Proviamo a pensare in termini di salute e serenità invece che pensare ai chili. Concentriamoci sull'equilibrio, non sulla bilancia.

Comments

  1. Miss Raw

    Ecco, io mi sa che devo centrare il mio focus sul punto 6|!!!
    Cmq complimenti, un post (in due parti) molto ben fatto!
    🙂

    1. Grazie Miss Raw. Il punto sei è quello che ho usato per far leva sulla costanza per mia mamma. Ha la fissa della bilancia quindi farle notare che perdeva centimetri al giro vita ha fatto da rinforzo positivo.
      Lo so, i post spezzati sono terribili ma credo sia evidente che un solo post era davvero esagerato. ;o)

  2. sullaspondadelfiume

    Purtroppo a volte è inevitabile tenere sotto controllo la bilancia,l’importante forse è farlo in maniera consapevole senza fissarsi troppo.Io da quando ho preso i miei 6 kg in 4 mesi(in gravidanza)ora mi controllo ogni giorno nella bilancia.Certo..non è la stessa cosa del controllarsi normalmente,ma così ora sono riuscita a tenere a bada i 6 kg senza aumentare ulteriormente.
    Più che altro lo faccio perchè così so se ho sgarrato o meno..e credo che questa abitudine di questi ultimi 8 mesi me la terrò forse..Io poi sono una che ingrassa facilmente,il mio metabolismo è non lento,ma lentissimo…
    Ma tutto va fatto con attenzione e moderazione,senza fissarsi.Anche perchè io non è che se vedo che sono aumentata non mangio,semplicemente taglio su quelle cose di cui il mio corpo non ha necessariamente bisogno,tipo dolci&co,ma allora prediligo la frutta o cmq qualcosa che mi dia energia e soddisfazione senza darmi grassi inutili e per i quali,dopo due minuti,probabilmente ho ancora fame.

    1. Il metabolismo in gravidanza ha vita propria! Io ho perso peso all’inizio e sono arrivata a fine gravidanza che avevo 10 chili. Significa che nei primi mesi ne ho persi 5 e nei successivi ne ho messi 10. Altro che fisarmonica. Avevo il timore delle ‘smagliature’ quindi mi focalizzavo sull’avere una pelle elastica e ben idratata. ;o)
      Se ti fa stare bene controllare il peso in qs. fase (e sai che lo fai anche perchè in gravidanza prendere troppo peso può dare disagi vari) pesati e fai ciò che ti fa stare serena. E poi diciamocelo: è l’unico periodo in cui una donna se ne può fregare dei chili di troppo! ;o)

    2. sullaspondadelfiume

      Hai ragione…è che non volevo avere problemi tipo fatica doppia(che già c’è così con 6kg in più..pensa se ne avessi presi di più!),problemi di vario tipo insomma..poi ora che arriva il caldo sarebbe stato anche peggio!
      Anche io poi ho l’incubo delle smagliature,per questo mi son controllata molto nel mangiare e mi son impomatata come una polpetta.Ora ho iniziato anche l’uso dell’iperico nel perineo,così vediamo se lo rendiamo più elastico per il gran giorno!;-)

    3. Tranquilla, visualizzati con il peso che vuoi avere al momento del parto (e dopo il parto) e vedrai che se idrati la pelle dall’esterno e dall’interno (bevendo molto) non porterai segni di alcun tipo. Pure il massaggio del perineo così sarai prontissima. ;o)

  3. la dieta…..un incubo per chi ama mangiare!!! io mi sono rassegnata sto bene con me stessa e qualche kilo in più…fa parte di me!!
    notte da claudette

  4. Gensam

    Finalmente ho letto tutto. Bene, inizierò a focalizzare i dolci,haha.
    No, no devo cominciare a spostare il focus verso il punto 6.
    Buon we.
    P.s.: Se pesassi 55 kg come a 20 anni..sarei molto più felice!

  5. Pingback: Mathilda Stillday LOA: 7 trucchi per prepararsi alla prova costume (prima parte) | Mathilda Stillday

Add A Comment