Come eliminare le resistenze sui soldi

LOA: come eliminare le resistenze sui soldi?

Nel post su come chiamare più denaro nella propria vita, si è parlato ancora di resistenze. Possibile che sia così difficile chiamare a noi i soldi? Pare di sì.

Vediamo come si può usare la legge di attrazione per superare il limite emotivo che abbiamo rispetto ai soldi.

Attrarre abbondanza

Hai mai sentito qualcuno dire: "Vorrei avere un po' più di salute"?
Credo di no, ma di certo avrai sentito dire: "Vorrei stare bene ed essere in salute" e non vorrei essere un po' più in salute o stare male poco. A chi piace stare un poco male? A nessuno.
La parte saggia di te sa che la salute è un bene comune, un diritto garantito (più o meno) quindi chiedere più salute significa non togliere nulla a nessuno.
Con i soldi no. Si hanno remore e resistenze sociali e personali di ogni tipo.

"Vorrei avere un po' più di soldi" oppure "Vorrei un aumento anche solo di cento euro al mese"
e sei tu a fissare cosa vuoi mettendo un limite come se prendere più soldi significasse togliere ad altri. Hai mai sentito dire a un ricco: "Vorrei avere meno soldi?" No. E' ricco, mica scemo! E sia chiaro che quando parlo di soldi non intendo solo la moneta fisica guadagnata con il sudore della fronte, perché intendo l'abbondanza in senso lato che può essere in regali, in vincite, un aumento, un rimborso o sotto altra forma. Se pensi che per avere tanti soldi dovrai lavorare tanto, sarà così.

Secondo te quello che ha inventato e brevettato la zolletta di zucchero si preoccupava di non guadagnare troppi soldi? Ha avuto un'idea, per certi versi banale, ma geniale e innovativa, ed è stata la sua fortuna.

Se chiedessi a ogni lettore di spedirmi in regalo 10 euro, cifra modesta e abbordabile, farei un bel gruzzolo in poco tempo. 10 euro moltiplicato per 10-100-1000 fa un bel po' di soldi!
Ti propongo un gioco trovato su Chiedi e ti sarà dato dei coniugi Hicks, libri che adoro.
Ricordo che quando lo lessi rimasi spiazzata perchè non capivo bene che senso avesse ed è bastato provarlo per toccare con mano come sia facile passare dalla sensazione di carenza alla vibrazione dell'abbondanza.

Se ti chiedo dieci euro in regalo qualcuno forse storce il naso ed è chiara l'emozione di disappunto che prova. Se però ti dicessi che tutti i tuo colleghi di lavoro o i lettori del tuo blog ti spediranno 10 euro di regalo son sicura che inizieresti a sorridere.

Gioco/esercizio per lavorare sulle resistenze sui soldi.

Prendete 100 euro (e non storcete il naso e non lamentatevi ma fatelo con gioia!) e speditemele!
Scherzooo!!!

Prendete 100 euro e mettetele nel portafoglio in un posto dove siete sicuri di vederle ma che non stiano con i soldi da spendere (il taschino segreto, ma non troppo, sarà perfetto!)
Quando navigate in rete, sui negozi online, o quando andate per vetrine, o quando vedete qualcosa che vi piace, pensare che avete 100 euro e ve lo potete comprare. E' più costoso? Pazienza, farete rate da 100 euro e ve lo comprate.
Avete visto un anello che vi piace? Desideratelo e sentitevelo già alla mano perchè avete 100 euro per comprarlo!
Vi piace l'abitino che avete visto nel centro commerciale? Avete 100 euro da spendere.

I primi giorni vi verrà difficile 'spendere mentalmente' questi soldi perchè sarete sintonizzati sul 'mi piace ma non posso'. Poi vi assicuro che ci prenderete gusto. Quei 100 euro li potrete spendere un'infinità di volte, ma la cosa più importante è che vi aiuteranno a cambiare approccio verso i soldi.

Ricapitolando
Durata: 7 giorni (minimo)
Necessario: banconota da 100 euro e portafoglio
Costo effettivo: zero
Beneficio: 100 eu risparmiate e un sacco di cose da poter ancora comprare. A parte gli scherzi osservate come cambiano le vostre emozioni rispetto al denaro.

Sentiti libera di scrivermi per raccontarmi come ti senti dopo aver fatto l'esercizio e quali miglioramenti hai avuto.

Se ti rendi conto di avere convinzioni limitanti sui soldi davvero dure da estirpare, posso aiutarti a vedere la radice di questo blocco con interventi precisi e mirati per farti aprire all'abbondanza, non solo economica.

Photo by Thomas Malama on Unsplash

Comments

  1. Io ci provo, adesso metto 100 euro nel posto segreto e parto. Poi tra sette giorni ti faccio sapere.
    Ah posso comprarmi subito circa 13 libri dei coniugi Hicks! 😛

  2. Sono sorpresa nello scoprire che faccio questa cosa da molto tempo (con 50 euro che per me sono tantissimi), ma non li tengo nel portafoglio.. li tengo a casa e penso “bhè ce li avrei… posso tornare domani e prenderlo”!!! La cosa fa stare davvero meglio ma ti avviso che nel frattempo i soldi non sono aumentati hehehehe!

    1. Lallabel grazie mille dell’ottimo spunto. I tuoi soldi non aumentano perchè c’è un errore di comunicazione importantissimo.
      Dici “I soldi ce li avrei…” implica già una condizione, una resistenza. La legge di attrazione vuole affermazioni positive. I soldi ce li ho!
      Così facendo in realtà continui a reiterare la condizione di mancanza perchè rimandi a domani la spesa. Ma ogni giorno è domani. Prova a spenderli mentalmente. Se vedi qualcosa visualizzati (non immaginarti ma visualizzati proprio e di questo parleremo in un post a breve) che entri e fai l’acquisto. Non domani ma oggi perchè domani avrai altre 50 euro da spendere! ;o)

    2. Io provo eh! Ma se non divento ricca vengo a suonare al tuo campanello! 😛 Scherzo naturalmente, provo davvero!

  3. Allora…io parto con le resistenze. Ho addocchiato un negozio nuovo con delle scarpe bellissime. Voglio comprarne 10 ma nel mio portafoglio non ci stanno mille euro, avrei paura ad andare in giro, allora ne metterò 100 e per ora ne comprerò virtualmente solo 1 😀

    1. Non fare la tirchia! Con 100 euro puoi comprare 10 paia di scarpe.
      Basta che ne compri uno per volta. Visualizzati che entri nel negozio, le provi, ti osservi allo specchio per vedere il fiocco sulla caviglia, controlli il tacco se è comodo, fai qualche passo, senti l’odore del materiale nuovo, poi guardi la commessa che ha un profumo fiorato primaverile ma che sicuramente non ti piacerà e dici “Vanno bene queste”
      e le paghi con i cento euro. Poi apri gli occhi e avrai ancora i tuoi 100 euro da spendere per altre 9 paia di scarpe. Poi però quando salgo me ne presti un paio! ;o)

  4. La Stregatta Wisteria

    Parlate di scarpe e mentre leggo mi si è rotta la fibbia dello stivale!!!
    XD ahahahhaa datemi 100€ please!!!
    Della serie compra quante scarpe vuoi.

    Grazie universo.

  5. Ragazze vedo che quando si parla di scarte siete tutte d’accordo! ;o)
    La solita mamma tra dieci giorni ci sarà un post per fare il punto della situazione. :o)
    Nel frattempo però ci saranno altri articoli eh! ;o)

  6. ok letto, stampato , riletto direi anche capito ma per sicurezza lo rileggerò ancora soprattutto per non sbagliare le parole e il pensiero che userò perchè l’universo è in ascolto …e vorrei che sentisse bene e soprattutto capisse bene!!!! ehehh
    allora a risentirci tra 10gg

  7. Bea

    ci stò anche io…e tra dieci giorni tutti a confrontare ciò che ci è successo … la mia curiosità è incredibile e voglio vedere cosa succede . Intanto oggi sono venuti i giardinieri , inizio a focalizzare che mi posso permettere il giardiniere che mi pota gli alberi che desidero e che spenderò quei 100 euro … Bacioni ! 😉

  8. Annalisa

    Se non ho 100 euro e nemmeno 50 da mettere da parte posso “far finta” di averle? Mi sa che però non va.

    1. Far finta di averle porta a far finta di spenderle nel senso che non aiuta a bypassare le resistenze ma si resta nell’ambito dell’immaginazione e non della visualizzazione. 😉 Scegli il budget che puoi metterti da parte ma è proprio il tenere via del denaro (con sacrificio) che permette di allenare la testa a cercare percorsi differenti. Puoi tenerli via per poco tempo, una settimana, ad esempio, ma credo valga la pena provare. 🙂

Add A Comment