Briciole di fine anno

Siamo a fine anno e come spesso accade si tirano le somme, ci si volta indientro, solo per un attimo, e si guarda quello che è stato e quello che abbiamo fatto. Tendo a dimenticare i buoni propositi per l'anno che arriva così come non amo pensare a quello che non ho fatto. Specie dopo una giornata di sfiga e interminabile come quella di oggi. Sempre focalizzata sul positivo.
E come non esserlo?

Il mio 2011 è iniziato con un regalo portato dai Re Magi. Un regalo speciale, bellissimo e molto desiderato che ha messo due denti, cammina tenendo forte alle mani di chi lo aiuta e manda un sacco di baci. Eh sì, il mio nipotino è fantastico! E presto mi chiamerà zia Yaya!

Immaginate anche un 2011 segnato dalla mammitudine e dalla scoperta e meraviglia di vedere un figlio crescere e scoprire il mondo. Con tutte le fatiche e le gioie che comporta ma queste le conoscete bene.

A febbraio organizzo un evento su FB che si intitola Io leggo... al quale partecipano sedicimila persone con oltre sessantasettemila inviti spediti. Numeri da capogiro! Da questo evento nasce il gruppo Io leggo... che tra un po' festeggia il suo primo anno di vita.

A maggio circa è arrivata una proposta di matrimonio. Non la classica. Niente fiori o brillocchi. Non è da noi. Semplicemente mi ha comunicato che il prossimo anno ci sposiamo. Secondo me temeva un 'No!' quindi ha scavalcato il rischio del rifiuto.
E così dopo diversi anni di va-e-vieni-tra-bergamo-e-roma, qualche anno di convivenza e un figlio, pare si convolerà a nozze. Sempre che i Maya non decidano di far finire il mondo prima o che io scappi su un cavallo bianco per la fobia del matrimonio!

Il 20 agosto nasce Mathilda Stillday. Intendo il blog. Questo angolino di chiacchiere e cazzeggio che il tempo ha trasformato in un salotto in cui si parla di stile di vita, benessere, legge di attrazione, comunicazione efficace, storie di donne e da gennaio molto altro ancora. E sono già all'opera, siete avvisati. E un paio di mesi prima viene concepita un'altra idea legata alla passione per la cucina ma la gestazione sembra richiedere un po' di tempo.

Dicembre ha visto finalmente l'incontro del nostro bimbo con gli zii del paese degli Scuri in viso. Ed è stato naturale e familiare e comodo. Nel senso che erano tutti belli spiaggiati su un divano.

E siamo al 2012. Anche quest'anno saluterò l'anziano uscente facendo bruciare una candelina bianca per portare un po' di luce nelle situazioni buie, nei giorni no, nelle delusioni o nelle giornate assurde come quella che, per fortuna, sta per finire. E accoglierò il nuovo anno e tutte le sue belle sorprese, per il blog, i nuovi progetti che nasceranno, i nuovi inizi accendendo una candelina rossa, che sia di buon auspicio per me e per tutti.

E voi, che briciole di fine anno raccogliete?
Raccontatelo in un post, se vi va, e segnalate il link nei commenti entro il 6 gennaio. Sarà un piacere leggere il vostro 2011 in pillole.

Tanti auguri di buona fine e miglior inizio a tutti!

Comments

  1. intanto ti faccio tantissimi auguri, che il 2012 possa essere ancora più speciale di quello che speri. io mio post non è una raccolta di pillole perchè l’unica cosa imporatnte e che desideravo davvero è quella di avere ancora papà con me!

    ps. il post non è molto in tema “briciole di 2011” quindi andrei fuori tema…ahahah

  2. Velma

    Ben trovata! Anche le mie non sono propriamente briciole, ma un augurio per il 2012 lo faccio anche io!

  3. MARI

    Uno splendido 2012 a te ! Complimenti per il tuo blog, mi piace il tuo senso dell’humor !Al prossimo commento!
    Mariangela

  4. Dear Mathilda Stillday.
    Happy new year 2012.

      Your time is yours, with your heart.
      The prayer for all peace.
     
    Close spring, ruma ❃

  5. Ciao Mathilda, buon anno! Cosa mi ha lasciato il 2011? Forse la consapevolezza che è giunto il momento di riprendere in mano la mia vita e cercare di farne uscire qualcosa di buono. E’ un inizio. Ma come dice Crozza: Emma, non trovo il foglio del “come”, e neanche del “quando”!
    C’è ancora un po’ di “nebulosa”.

  6. L’importante è sapere che serve una svolta poi si capisce l’obiettivo, si vira, si pianifica e si procede. Un passo alla volta, un piede avanti l’altro. Che sia un 2012 di rinnovamento! ;o)

  7. Definire briciole il mio 2011 è misero, è stato un anno pienissimo fin dagli inizi.
    La farò breve dicendovi che fin dal principio si è prospettato un anno pieno di buone nuove. Un bambino bellissimo, una vacanza in aereo col pupo a trovare il cugino Puccio, una serie di idee un po campate in aria, un corso che non porterà a nulla ma che mi è piaciuto fare, un’estate bellissima piena di incontri e di gente speciale, una pulizia generale tra le amicizie, tanti amici che hanno avuto figli, una visita ospedaliera piena di buone notizie, e un Natale…davvero da ricordare. per il prossimo anno magari ci sarà anche una macchina nuova… magari un bimbo in arrivo, magari un lavoro da casa possibilmente e cucinerò ancora tanto e tanto perchè mi piace e mi rilassa. Buon 2012 a tutti e vi auguro che sia bello come il mio…già lo so!

  8. Tante belle novità per te. Ricordati che a luglio, se non è chiedere troppo, avresti pure in impegno con me. Segnatelo! ;oD E dai un bacio al mio befanino! :o*

Add A Comment