LOA: l’universo ascolta i pensieri o emozioni?

Hai provato a fare l'esercizio delle istantanee?
Lo so, per molte mamme trovare il tempo per sedersi a tavolino e mettere alcune cose su carta richiede tempo preziosissimo, ma sappi che capire dove sei e dove vuoi andare è fondamentale.
Se non riesci a farlo nero su bianco, prova a farlo ad alta voce mentre sei impegnata in altre faccende dentro casa.
Perchè ad alta voce? Perchè sentire la tua voce ti aiuta a sentire anche le incertezze, le resistenze (di cui abbiamo già parlato diverse volte come in questo post).

Nei post precedenti abbiamo detto quanto sia importante controllare il pensiero. Abbiamo anche detto che i pensieri diventano cose quindi per cambiare la nostra realtà dobbiamo focalizzare il pensiero su ciò che vogliamo davvero (focus on).
Bene. Con qualche esempio ora ti spiego che in realtà non è il pensiero positivo a prendere forma perché la vera calamita sono le emozioni positive. I libri però lo sottolineano meno rispetto all'importanza del pensiero per le richieste ed ecco perchè molti hanno difficoltà a concretizzare i desideri nella vita materiale.

Tuo figlio/a ti vede seria. Si avvicina e ti chiede: "A cosa pensi? Sei preoccupata?"  Sfoderi il tuo miglior sorriso e rispondi: "No, tesoro. Stavo pensando a una cosa del lavoro"
(o dei grandi, o il menù per la cena, o altra bugia che ti viene al momento).
Non è solo il tuo volto ad esprimere preoccupazione ma tutto il tuo essere: la postura, il tono della voce, lo sguardo, la fluidità del movimento. A meno che tu non sia attrice, espertissima anche di comunicazione non verbale, sappi che le parole cozzeranno con le tue emozioni (e viceversa). E i bambini, che son dotati di grande empatia e sono poco sovrastrutturati rispetto gli adulti, sentono le emozioni.

Facciamo un altro esempio?
La tua bambina è nervosa e non riesce a prendere sonno. Tu la culli, canti la ninna nanna, la dondoli ma lei sembra non calmarsi. Con la bocca canti ma con la mente pensi a quanto sia stata estenuante quella giornata tra casa, lavoro, altro figlio, la telefonata dell'amica paranoica, ecc.
Continui a cantare e la bimba non si calma. Per quanto la tua bocca dica: "Stai tranquilla", lui/lei ti sente. Se stacchi la mente da quel pensiero e ti lasci cullare dalla melodia che stai cantando, magicamente ti rilassi e in due minuti la frugoletta si addormenterà.

Veniamo alla legge di attrazione.
Se pensi: "Voglio avere tanti soldi. Voglio diventare ricco" però poi ti preoccupi appena vedi una busta bianca nella cassetta della posta pensando: "Ancora una bolletta!", significa che la tua mente dice una cosa ma la frequenza che emette come una radio (e che l'universo sente) è focalizzata sulla paura, la preoccupazione, la mancanza di ... (es. soldi) e queste sono le cose che attirerai nella tua realtà.

Torniamo al famoso esempio del risotto all'orchidea dell'isoletta sperduta del Pacifico?
Se ordino il risotto ma aspetto in sala dubbioso, con il timore che qualcosa vada storto, che le orchidee siano finite, che il risotto abbia fatto i vermetti, vedrò arrivare il cameriere (che raccoglie le ordinazioni per l'universo) e mi dirà che le orchidee del Pacifico sono finite ma che ha dei funghi delle valli bergamasche ma non sono neppure dei porcini.
L'universo ascolta le tue emozioni/vibrazioni/frequenze non il pensiero.
Il pensiero prende forma?
Sì. Solo se è sostenuto, allineato e in accordo con le emozioni che provi.
Se chiedi soldi devi pensare a loro con gioia e non con la paura della mancanza.
Mi fermo perchè ho detto molto e serve tempo per digerire ogni informazione.

Se hai domande, esempi, dubbi, lascia un commento con la tua domanda.

 

 

 

Ho preparato questo breve pdf con le domande più frequenti su questo tema così. Iscriviti alla newsletter per scaricare la mini guida e accedere agli altri regali che ho preparato per te. 

 

 

 

 

Articolo aggiornato il 16 marzo 2019

Comments

  1. All’inizio leggevo questi post con un certo scetticismo. Ultimamente mi sono ricreduta. Se pensi che nell’ultimo mese ho chiesto “vita” e ne ho ricevuta per la solita nonna ma anche in gran quantità in versione parassitaria… Strano modo per riconoscere la LOA ;DDD! Ma l’importante è il fine ultimo!

  2. La solita tocchi un tasto molto delicato ossia la salute. I parassiti di certo li avresti lasciati fuori dalla porta ma un po’ di olio essenziale nello shampoo aiuta! ;o)
    Per la salute se ci focalizziamo sulla paura e sulla malattia remiamo contro. Doviamo focalizzare l’attenzione e la gioia su quel 95% di corpo sano! Immagina la nonna allegra e in forma. Se ti aiuta per focalizzarti sta centrata sui ricordi positivi che hai: prendine un paio in cui era al top e quando arriva un pensiero negativo o la paura sostituiscilo con un ricordo positivo. Aiuta anche lei in questo cambio di prospettiva se ti è possibile. Ti ricordo che se vuoi sono disponibile via mail per questioni delicate che non si addicono ai commenti di un blog! ;o)

    Sì, ho anticipato un esercizio per mantenersi nel focus on ma è un modo per dirti Grazie! della fiducia. Anche io non ci credevo anni fa! Adesso sono qui! :oD

  3. Sono sempre più interessata a quello che scrivi. Ancora non mi fila tutto tutto, ma mi piace, perciò leggo volentieri, magari un giorno ne capirò di più! Grazie per la condivisione!

  4. Francesca, cosa non ti torna? I tuoi dubbi e le tue domande sono importanti perchè così mi aiuti a capire su cosa sono poco chiara o cosa devo spiegare con più precisione.
    Mi rendo conto che vorreste la ricetta subito fatta ma credimi, distribuire le informazioni vi aiuta a comprendere bene il meccanisco. Posterò altri ‘giochi’ (esercizi ma così divertenti da essere veri giochi che potrete fare anche con i bambini eh!) che vi aiuteranno a entrare dolcemente nel meccanismo della LOA senza farvi comprare mille libri o seguire corsi costosissimi. ;oD

Add A Comment