pervis16-bridge1
esercizi, meditazione - visualizzazione, Spirito

Sesta tappa #pervis16

Siamo alla sesta tappa #pervis16 il nostro percorso visuale che coniuga immagini, parole, creatività e meditazione e con questa visualizzazione si chiude la prima parte del nostro viaggio che ha come tema soglie e i confini tra visibile e invisibile, tra visione e immaginazione.
Anche per questo appuntamento ti invito a prepararti alla meditazione con qualche esercizio di respirazione, poi osserva la fotografia, leggi l’inizio del racconto e infine, lascia che sia la tua essenza divina a completare la storia, viaggiando, sognando ricevendo gli elementi che senti giusti per la tua visione. Ti invito a non controllare la narrazione poichè l’obiettivo non è scrivere una storia, quanto permettere alla mente di predisporsi ad accogliere ciò che arriva senza filtro. Pronta per questa tappa di #pervis16?
Continue Reading

ComunicatostampaSabbiarelli
Energia, libri, mandala

Mandala con la sabbia

Mi occupo sempre di molte cose e a volte capita che le novità arrivino tutte nello stesso tempo, o quasi. Dopo 40 settimane e oltre, finalmente il nostro pupetto ha deciso di venire alla luce e, dopo aver aspettato tanto, non ha perso tempo e abbiamo fatto tutto di corsa. Il giorno prima avevo ricevuto la risposta per la partecipazione alla biennale di Bra e, mentre io ero in ospedale, allo Yoga Festival Bimbi di Milano c’era l’anteprima della collezione Mandala per Sabbiarelli, progetto a cui ho lavorato nei mesi scorsi. Continue Reading

tunnel
crescita personale-benessere, LOA legge di attrazione

Quando tutto va storto, può andare peggio

Nelle ultime settimane spesso ho temuto qualche imprevisto nel post parto. Purtroppo la gravidanza è stata segnata da molte notizie di decessi di mamme e questo ha influenzato, per quanto mi sforzassi di essere positiva, la mia preparazione al parto. Una parte di me, infatti, temeva che sarebbe successo qualcosa di brutto. E si sa, i pensieri diventano cose quindi attirare imprevisti è molto semplice! Questo è il primo di due post sulle convinzioni limitanti. Continue Reading

Intervista Donna a Sonia Caporali, artista di mandala sacri
intervista donna

Intervista Donna a Sonia Caporali

Da un bel po’ di tempo sul blog parliamo anche di mandala. Oggi ho deciso di presentarvi un’artista che dipinge mandala sacri. Lei è Sonia Caporali e l’ho invitata a raccontarci com’è nata la passione per questo tipo di opere.

Ciao Sonia,

Ciao Silvia! Ti ringrazio infinitamente per questa opportunità ^^

Quando è iniziato il tuo amore per l’arte?

Il mio amore per l’arte è cominciato da bambina. Ho sempre avuto un’ottima predisposizione per il disegno e la pittura. Educazione artistica, infatti, era la materia nella quale eccellevo. Non facevo altro che disegnare i cartoni animati, le protagoniste della storia, in modo particolare.

Dopo le medie ho frequentato l’istituto d’arte, presso il quale mi sono diplomata nel 1994. Poi, la mia vita ha preso altre strade, ho fatto diversi lavori, ma da un po’ di anni a questa parte, il richiamo per quello che amo più di ogni altra cosa al mondo è stato più forte che mai.

Sono dieci anni che dipingo, tre che dipingo mandala.

Come hai scoperto i mandala?

SoniaCaporali

Sonia Caporali con uno dei suoi mandala

I mandala li ho scoperti grazie una mia cara amica, tre anni fa. Ricordo ancora che era un pomeriggio; noi facevamo sempre qualche chiacchiera giornaliera su Facebook, tramite messaggi privati, e in una di quelle occasioni mi mostrò un mandala che aveva scaricato da internet e poi colorato. Stava passando un brutto periodo e lo aveva fatto per rilassarsi un po’. Beh, Silvia, fu amore a prima vista!

All’inizio li coloravo semplicemente, poi ho sentito il desiderio di disegnarne uno con le mie mani. Da lì, a dipingerli su tela, il passo è stato brevissimo.

Quando hai deciso di iniziare a dipingerli e con quali materiali li realizzi?

Ho deciso di iniziare a dipingerli dopo pochi mesi che la mia amica me li aveva fatti conoscere. Mi folgorarono, nel senso più bello del termine. Li realizzo su tela, cofanetti, mdf… ma su richiesta li dipingo anche su mobili e pareti. Li creo anche su commissione, cioè personalizzati. Se una persona ha bisogno di risolvere alcuni problemi della sua vita legati a un percorso spirituale, una situazione economica, lavorativa ecc. mi contatta via email o tramite Facebook e ne parliamo.

Ho visto alcuni dei tuoi lavori e ho notato subito che sono legati alla tradizione buddista. Presumo sia legato a una scelta di vita legata proprio a questo tipo di filosofia. Cosa significa per te realizzare mandala sacri?

Io sono sempre stata attratta dalle filosofie orientali, in modo particolare il buddhismo tibetano. Ho letto tanti libri, molti dei quali del Dalai Lama, che personalmente adoro alla follia. È una delle persone più sagge che io abbia mai conosciuto e ogni suo libro mi aiuta a fare dei passi avanti nel mio percorso evolutivo. Non posso definirmi ancora buddhista, perché è una scelta che devo ponderare bene, voglio studiare ancora molto prima di prendere decisioni definitive. Di sicuro, voglio iniziare a frequentare dei centri buddhisti e monasteri dove poter seguire una comunità di persone, Lama e monaci compresi, che possano aiutarmi ad avere maggiore chiarezza in merito al mio percorso spirituale.

La realizzazione dei mandala è una pratica più recente. Per me realizzarli significa stare bene, sono la mia panacea, mi fanno sentire viva, mi fanno sentire un tutt’uno con loro, con l’Universo, con il mio essere interiore. Significa anche, e soprattutto, poter aiutare gli altri grazie a loro!

In questo momento c’è il boom della colorazione dei mandala. Cosa ne pensi?

Penso che l’Italia sia il paese delle mode… e per certi aspetti non è che sia tanto positivo. Se solo il 50% delle persone che colorano un mandala sapessero cosa stanno davvero facendo in quel momento e quanti benefici ne traggono, forse oggi il mondo dei mandala sarebbe ancora più conosciuto e apprezzato.

Gli italiani sono sempre un po’ restii al nuovo, alle novità, soprattutto quando si tratta di argomenti particolari che vanno a toccare corde profonde, interiori. Però, sono certa che con il tempo, passata la moda, chi veramente apprezza i mandala con sincerità e curiosità genuina, vorrà approfondire l’argomento e saprà beneficiare del loro immenso potere.

mandala chakra -SoniaCaporali

Questo è un mandala chakra dedicato al chakra Vishuddha.

C’è qualcosa che ti piacerebbe spiegare o chiarire rispetto all’arte dei mandala che secondo te viene poco evidenziato in favore di questa moda?

Come dicevo prima, vengono evidenziati pochissimo gli aspetti interiori di quest’arte antica e meravigliosa. Elencarli qui sarebbe troppo lungo, ma è importante sapere che i mandala appartengono al mondo buddhista, tantrico, esoterico. Perciò, anche quando se ne colora semplicemente uno, si smuovono energie sopite nel nostro organismo. Non ci fanno stare solo bene, ci rilassano ecc. tutte argomentazioni valide che trovi già elencate in alcuni blog che trattano l’argomento, ma lavorano lentamente dentro di noi, fino a far uscire lati del nostro carattere che non sapevamo di avere. I mandala operano in modo lento, ma molto profondo. Io stessa ne sono la prova vivente: in tre anni che li studio e dipingo, sono cambiata tantissimo (ovviamente in meglio). Ho subìto un’evoluzione spirituale profonda e mi rendo conto che più vado avanti e meglio è.

Qualunque uso facciate dei mandala, fatelo con Consapevolezza.


Chi è interessato a vedere i tuoi mandala o ad acquistare le tue opere, dove può incontrarti? (rispondi se hai in programma mercatini o fiere così diamo visibilità agli eventi).

Se qualcuno è interessato a vederli personalmente, può venirmi a trovare. Vivo alle porte di Roma, nella campagna romana. Oppure, ci si può mettere d’accordo e mi sposto io in città.

Altrimenti, sono presente solo online ^^

Grazie della collaborazione.

Grazie di nuovo a te per questa bella intervista. È stato un piacere!

 

Potete contattare Sonia o seguirla seguendo questi link:
Sito webPagina FBE-shopProfilo Instagram

SAMSUNG CSC
esercizi, meditazione - visualizzazione, Spirito

Pervis16: quinta tappa

Siamo a un nuovo appuntamento di #pervis16 e siamo ancora sul tema delle soglie e dei confini. Se è il primo appuntamento a cui prendi parte puoi leggere questo post che ti aiuterà a capire l’obiettivo e il meccanismo di questo percorso propedeutico alla meditazione-visualizzazione creativa e canalizzazione che puoi seguire secondo i tuoi tempi e in totale autonomia.
Ti invito a osservare l’immagine, leggere la parte iniziale della visualizzazione di oggi e poi siediti in meditazione e lascia che la tua mente completi e concluda questa storia di Pervis16. Continue Reading